Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo

 

HACCP 'semplificato'. Le nuove linee guida della Lombardia

Gestire ed effettuare registrazioni spesso rappresenta un onere gravoso.

Autori: Gianluigi Valsecchi
Fonte: rivista 'Alimenti&Bevande' n. 8/2014
Data: 30/10/2014


L’emanazione di linee guida sulla semplificazione del Sistema HACCP nelle piccole imprese alimentari da parte di Regione Lombardia rientra tra i progetti EXPO 2015 finalizzati alla sicurezza alimentare e rappresenta un valido aiuto per gli Operatori del Settore Alimentare (OSA) nell’applicazione del proprio Piano di Autocontrollo.
In tali linee guida, viene sottolineato che la sicurezza alimentare può essere ottenuta tramite la corretta applicazione di prerequisiti e di corrette prassi igieniche, basate sui principi del Sistema HACCP in modo semplificato.
In determinate attività alimentari classificate a basso rischio, sia registrate che riconosciute, non sempre è possibile identificare punti critici di controllo; pertanto, tali punti possono essere tenuti sotto controllo adottando correttamente le buone prassi igieniche.
Il requisito di conservare documenti, inoltre, deve essere flessibile onde evitare oneri inutili per le piccole imprese.
L’obbligo di gestire ed effettuare registrazioni nelle microimprese rappresenta spesso un onere gravoso che l’OSA stesso non è in grado di gestire.
Questo aspetto negativo è conseguente al fatto che, nel primo periodo di applicazione del Sistema HACCP, i manuali di Autocontrollo non differivano rispetto a quelli adottati da attività più complesse, che richiedevano un altrettanto complesso sistema documentale e di registrazioni.
Con le suddette linee guida, Regione Lombardia punta a semplificare la documentazione (procedure) inerente alle modalità di applicazione dei prerequisiti e a limitare le registrazioni alle sole non conformità rilevate.



Scarica l'approfondimento