Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo
Cerca per Prodotto
Cerca per Azienda

Exberry_dicembre 2020_leaderboard

 

Moca, l'estrattore pressurizzato ad hoc per preparare il campione da analizzare

L'estrattore pressurizzato con solvente SpeedExtractor E-916 BUCHI permette un efficiente passaggio di estrazione.

Azienda: BUCHI ITALIA
Fonte: rivista "Alimenti&Bevande" n. 9/2020
Data: 25/11/2020


La gestione di materiali o oggetti a contatto con gli alimenti (Moca) richiede un'attenta analisi delle procedure e dei prodotti. Per poter procedere con l'analisi delle sostanze che compongono i Moca, i laboratori di analisi accreditati cercano sempre più di affidarsi a tecnologie efficienti, che permettano di avere rapidamente una risposta.

Una delle tecniche utilizzate per le procedure di preparazione del campione è l'estrazione pressurizzata con solvente (PSE), che sfrutta i parametri di temperatura e pressione per accelerare i tempi di estrazione, ottenendo un prodotto da analizzare, riproducibile e pronto per l'analisi. La preparazione del campione talvolta richiede tempo ed è soggetta ad errori che vanno ad inficiare con il risultato finale dell'analisi. È quindi molto importante trattare il campione con strumenti automatici che permettano di escludere la contaminazione crociata del campione da analizzare.

Le procedure di preparazione del campione prima dell'analisi sono per lo più simili nei vari passaggi. Su alcune tipologie di prodotti si esegue anche un passaggio aggiuntivo di purificazione (SPE), a seguito dell'estrazione, per frazionare i componenti prima dell'analisi e per rimuovere il grasso presente nel campione.

Uno dei materiali che segue il processo completo di preparazione è l'imballaggio in cartone utilizzato per gli alimenti secchi, come cereali, pasta o riso. L'imballaggio in cartone è uno di quei prodotti sui quali si è focalizzata molto l'attenzione, soprattutto nell'ultimo periodo, in quanto per la trafila produttiva alla quale è sottoposto rischia di avere un elevato contenuto di MOSH (Mineral Oil Saturated Hydrocarbons) e MOAH (Mineral Oil Aromatic Hydrocarbons). I MOSH vengono quantificati per la loro tossicità in quanto tendono ad accumularsi in tessuti animali, latte e grasso umano. I MOAH, invece, non devono essere presenti nelle analisi qualitative sul prodotto estratto in quanto comprendono sospetti cancerogeni e genotossici. Per questi motivi, la preparazione del campione è essenziale e deve seguire dei passaggi definiti di estrazione, purificazione ed analisi gascromatografica (GC-FID).

L'estrattore pressurizzato con solvente SpeedExtractor E-916 BUCHI permette un efficiente passaggio di estrazione. Lo strumento, dotato di sei linee di solventi in parallelo, garantisce una preparazione delle celle di estrazione veloce e senza troppe manipolazioni. Le celle in acciaio sono composte dal corpo della cella, un filtro in acciaio e due filtri di carta. Il tutto viene successivamente posizionato all'interno di un blocco riscaldante, che può raggiungere i 200 °C ed una pressione operativa di 150 bar.

Lavorare in parallelo non solo garantisce il vantaggio operativo di processare più campioni allo stesso tempo, ma evita totalmente contaminazioni crociate tra campioni. L'estrazione PSE ha il grande beneficio di garantire tempi rapidi. Il ciclo di estrazione degli imballaggi di cartone dura in totale 30 minuti con due passaggi di estrazione in esano come solvente utilizzato per questa fase, in celle da 10 mL di volume. In questo caso, si ottimizzano i tempi di estrazione e l'utilizzo di celle da 10 mL permette di utilizzare un volume contenuto di solvente.

La rapidità di un estrattore PSE, paragonata ad altre tecniche differenti di estrazione, permette di processare i campioni in parallelo e garantisce un flusso di lavoro rapido, con un ridotto consumo di solventi. Con questo sistema, inoltre, si ha la possibilità di eseguire diversi cicli di estrazione nell'arco della giornata lavorativa, ottimizzando le tempistiche dei flussi di lavoro nei laboratori dediti a questa tipologia di analisi chimiche.

BUCHI Italia rappresenta dal 1992 la società svizzera BUCHI Labortechnik AG, che dal 1939 produce strumentazione scientifica per il laboratorio.



Richiedi maggiori informazioni