Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo
Cerca per Prodotto
Cerca per Azienda

  • Mettler Toledo


 

 

Tappo antifrode per l'olio d'oliva

Il prodotto evita di introdurre oli di scarsa qualità nelle bottiglie dell'extravergine, una delle frodi più comuni ai danni dei consumatori.

Azienda: GUALA CLOSURES
Fonte: rivista 'Alimenti&Bevande' n. 9/2012
Data: 11/09/2012


Esiste uno strumento per evitare di introdurre oli di scarsa qualità nelle bottiglie dell’extravergine, una delle frodi più comuni ai danni dei consumatori: il tappo antiadulterazione frutto della tecnologia italiana di Guala Closures, leader nella produzione di chiusure anticontraffazione per bevande e alimenti.
La chiusura salva-olio è stata presentata nel corso di un seminario alla Città del Gusto di Roma, in occasione della degustazione dei migliori oli extravergini premiati con 3 foglie dalla guida “Oli d’Italia 2012” del Gambero Rosso.
“Per avere la certezza che nella bottiglia ci sia proprio quel prodotto indicato in etichetta – ha dichiarato Stefano Polacchi, curatore della guida – è fondamentale che la bottiglia abbia un tappo antirabbocco. La qualità è infatti sempre più spesso identità, che deve essere garantita a partire dall’impedire le contraffazioni più banali fino alle più complesse. Per questo, nella nostra guida abbiamo voluto segnalare in modo speciale le “Bottiglie sicure”, ovvero quelle di vetro scuro e con il tappo antirabbocco”.
L’olio d’oliva è al primo posto nel mondo fra gli alimenti più esposti all’adulterazione, secondo la classifica stilata dalla onlus statunitense US Pharmacopeial Convention, e i produttori italiani, che esportano più di un terzo dell’olio prodotto, risultano i più danneggiati dalle pratiche di manomissione.
“Oggi il gruppo Guala Closures, in considerazione anche dei nuovi parametri giuridici introdotti dall’Unione europea, che tutelano l’olio extravergine d’oliva dagli oli alimentari deodorati, anch’essi in commercio, ha contribuito a rendere ancora più sicuro il consumo di questo prezioso prodotto, assicurando il contenuto del recipiente dalle contraffazioni”, ha affermato Gabriele Lusignani, direttore Commerciale e Marketing Italia di Guala Closures Group.
Il consumo a bassi dosaggi dell’olio in bottiglia espone il prodotto a rischi di ossidazione, di contaminazione accidentale e, soprattutto, al rischio di rabbocco con oli diversi e di qualità inferiore rispetto al contenuto originale, rischio molto probabile nei luoghi di ristorazione collettiva.
“Guala Closures – ha spiegato Lusignani –, ottimizzando la propria tecnologia finora applicata ai superalcolici, ha messo a punto una chiusura dedicata alle bottiglie per l’olio d’oliva, composta da cinque pezzi che impediscono qualsiasi possibilità di contagio e di rabbocco e, quindi, di frode a danno dei consumatore”.
Il sigillo antimanomissione brevettato da Guala Closures e il sistema di valvole che impediscono il rabbocco consentono, infine, di verificare a vista l’integrità del packaging al momento dell’acquisto.



Richiedi maggiori informazioni



Altri prodotti della stessa azienda:

Due nuovi premi per Guala Closures: il Worldstar Award e lo Spiripack Bronze Award
Vino, chiusure di sicurezza anticontraffazione