Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo


 

Innova Food Tech day 27 novembre 2020 convegno online

 

Claims salutistici, aggiornate le Linee guida

Fonte: EFSA
Data: 20/01/2016


L'EFSA ha aggiornato i documenti orientativi (Linee guida) predisposti per coloro che presentano richieste di approvazione di indicazioni sulla salute (health claims) da apporre sui prodotti alimentari.
Oltre a rivedere le Linee guida generali, l'Autorità ha aggiornato anche quelle specifiche sulle indicazioni per il sistema immunitario e il tratto gastro-intestinale.
Valeriu Curtui, responsabile dell’Unità “Nutrizione” dell’EFSA, ha così commentato: "Per l'Autorità è sempre stata una priorità elaborare criteri chiari per comprovare la fondatezza scientifica degli health claims ed emanare documenti orientativi dedicati a coloro che presentano richiesta di autorizzazione di tali indicazioni. Le Linee guida aggiornate consentiranno ai richiedenti di comprendere meglio l'approccio per fasi seguito dai nostri esperti di nutrizione e li aiuteranno a decidere quale tipo di indicazioni presentare con i dati a loro disposizione. Ricevere richieste di valutazione di miglior qualità vorrà dire raggiungere un processo di valutazione più efficiente, che andrà a vantaggio dei richiedenti, dei consumatori e dell'EFSA stessa".
In particolare, le due Linee guida aggiornate includono:

• una spiegazione dettagliata di ogni fase del processo di valutazione/caratterizzazione del prodotto alimentare o ingrediente, di caratterizzazione degli effetti attribuiti e di individuazione di pertinenti studi sull'uomo, illustrati con esempi concreti tratti dalle valutazioni precedenti;
• una differenziazione esplicita tra i principi applicati alle valutazione delle indicazioni sulla salute in base all’essenzialità delle sostanze nutritive e quelli previsti per altre indicazioni. Tali differenze riguardano la definizione dell’effetto attribuito, la solidità scientifica dell’indicazione e le condizioni di utilizzo;
• esempi di richieste valutate con esito favorevole per indicare il numero, il tipo e la qualità degli studi che possono essere necessari per dimostrare la fondatezza di un’indicazione;
• esempi di richieste valutate con esito sfavorevole per illustrare il tipo di mancanze che possono impedire il riconoscimento della fondatezza di certe indicazioni;
• raccomandazioni sui principali passaggi e aspetti scientifici di cui il richiedente dovrebbe tenere conto durante la preparazione di un fascicolo di richiesta.

I documenti sono stati predisposti avvalendosi degli spunti pervenuti dai portatori di interesse e dalle altre parti interessate tramite le consultazioni pubbliche indette dall’EFSA.