Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo


 

Innova Food Tech day 27 novembre 2020 convegno online

 

Avviata campagna anti-Campylobacter nel Regno Unito

Fonte: Efsa
Data: 16/06/2014


“Il Campylobacter è la causa più comune di intossicazione alimentare a livello nazionale”, ha affermato la Food standards agency (Fsa) del Regno Unito, in occasione del lancio della "Settimana della sicurezza alimentare". L'Agenzia esorta i cittadini britannici "a smettere di lavare il pollo prima di cuocerlo, pratica che può diffondere i batteri del Campylobacter su mani, superfici di lavoro, abbigliamento e attrezzature da cucina attraverso spruzzi di goccioline d'acqua".
Un'indagine commissionata dalla Fsa stessa ha rilevato che nel Regno Unito i livelli di consapevolezza in merito al Campylobacter sono ben al di sotto di quelli relativi ad altre forme di intossicazione alimentare. Più del 90% degli intervistati ha sentito parlare di Salmonella ed Escherichia coli, mentre solo il 28% di essi è a conoscenza del Campylobacter.
Nell'Unione europea, complessivamente, nonostante il primo lieve calo in cinque anni dei casi di campilobatteriosi (la forma umana della malattia), registrato nel 2012, la campilobatteriosi rimane comunque la zoonosi più comunemente riferita, con 214.000 casi di infezione. La tipica sintomatologia include diarrea, febbre e mal di testa.