Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo

Exberry_dicembre 2020_leaderboard

 

Relazione Ernst & Young attesta l'indipendenza dell'Efsa

Fonte: Efsa
Data: 06/09/2012


Secondo una relazione stilata dall’agenzia di auditing internazionale “Ernst & Young” sul lavoro svolto dall’Efsa nel periodo gennaio 2006 - dicembre 2010, l’Autorità di Parma ha operato in maniera indipendente, ottemperando a tutte le proprie responsabilità.
Queste le principali conclusioni del rapporto pubblicate sul sito dell’Efsa:

- Totale adempimento delle responsabilità – L’Autorità di Parma ha ottemperato a tutte le proprie responsabilità, pur operando in un contesto sempre più complesso ed esigente.
- All’avanguardia della scienza – L’Efsa è considerata all’avanguardia della conoscenza scientifica e dei metodi di valutazione del rischio. Ma, se in Europa ha una grande reputazione, a livello internazionale deve ancora consolidare la propria posizione.
- Attribuzione dei compiti e collaborazione con gli Stati membri – Permangono alcune preoccupazioni sull’efficienza e la sostenibilità dell’attribuzione dei compiti tra il personale interno e gli esperti, nonché su come la consulenza dell’Efsa possa sostenere al meglio un’innovazione sicura nell’UE. La valutazione evidenzia la necessità di una migliore collaborazione con gli Stati membri per condividere al meglio le responsabilità, le priorità e i carichi di lavoro futuri.
- Raccolta dati – Le operazioni di raccolta dati dell’Efsa sono risultate conformi ai requisiti previsti dal suo regolamento istitutivo. Gli autori della valutazione affermano tuttavia che è necessario migliorare l’armonizzazione tra i sistemi informatizzati per la raccolta dati dell’Efsa e quelli degli Stati membri, come anche le modalità di utilizzo, riferimento e accesso delle informazioni.
- Comunicazione del rischio – La valutazione sottolinea i risultati ottenuti dall’Autorità in termini di miglioramento della consapevolezza dei rischi insiti nella catena alimentare e di promozione di una comunicazione coerente su tali questioni.

L’Efsa avvierà una riflessione sulla relazione e le raccomandazioni in essa contenute saranno discusse con tutti i principali partner e le parti interessate, compresi la Commissione europea, il Parlamento europeo, gli Stati membri e il consiglio di amministrazione dell’Autorità. Parte di questa revisione sarà effettuata durante la conferenza istituzionale dell'Efsa, che si terrà il 13 novembre 2012.