Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo

 

Integratori e alimenti sul web. Le regole e i rischi

Le norme di riferimento e le sanzioni previste per la mancata conformita'

Autori: Luca Bucchini
Fonte: rivista "Alimenti&Bevande" n. 6/2016
Data: 15/07/2016


Esiste uno spazio virtuale online in cui integratori ed alimenti si possono vendere senza rispettare le regole previste?
Quando si scopre che il sito di eCommerce che vanta di essere il leader di mercato in Italia nel campo degli integratori alimentari, quantomeno per sportivi, e che ha la sua sede in un altro Paese dell’Unione europea (UE) non applica molte delle disposizioni più importanti in campo alimentare, questo dubbio viene. Dubbio che viene confermato con una rapida ricerca su alcune delle piattaforme più note, anche con dominio “.it”, dove si trovano prodotti certamente non presentati come prevede la normativa alimentare.
E, passando agli operatori nazionali, si va da siti che evidentemente appaiono molto ligi a norme e regolamenti, ad altri che invece sono molto meno attenti. Capita poi facilmente di parlare anche con funzionari degli organismi di controllo che lamentano la mancanza di normative adeguate o di operatori del commercio elettronico alimentare che chiedono conferma della possibilità di usare sul web forme comunicative da escludere in etichetta perché di (molto) dubbia conformità.
Ma è davvero così? Le norme non esistono e sul web l’impresa può “stare tranquilla”? Oppure è solo un problema di applicazione di norme e in ogni momento i controllori – o i concorrenti – possono decidere che sia venuta l’ora di mettere ordine?



Scarica l'approfondimento