Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo

 

Protothecosi. Come valutare il pericolo

Un esempio di valutazione HACCP del pericolo di mastite da Prototheca spp.

Autori: Adriano Sarale e Luca Midulla
Fonte: rivista 'Alimenti&Bevande' n. 9/2014
Data: 19/12/2014


Il laboratorio Agrilab di Centallo (CN) si occupa di analisi microbiologiche e chimiche dal 1978, operando nel settore degli alimenti ad uso umano e zootecnico ed affiancando al servizio analitico l'attività di consulenza rivolta a tutta la filiera produttiva e distributiva agroalimentare. Il team è composto da medici veterinari operanti sia in laboratorio che in campo, microbiologi, chimici, agronomi e tecnologi alimentari, che offrono, oltre a questi servizi, anche l’assistenza agli allevatori per quanto riguarda le mastiti ed il miglioramento della qualità del latte.
Negli ultimi anni, si è fortemente affermata un’intensa attività di ricerca, che ha permesso di migliorare l’assistenza offerta agli allevamenti e di approfondire alcune tematiche riguardanti i patogeni che causano mastiti, fra cui spicca l'alga Prototheca, isolata per la prima volta nel 1880 da Zopf e Kuhn e classificata ufficialmente da West nel 1916.
Lerche, nel 1952, scoprì che l’alga in questione, nei bovini, era responsabile di alterazioni alla mammella e, qualche anno più tardi, anche la medicina umana segnalò patologie cutanee e gastroenteriche fra le persone, sostenute dal medesimo agente eziologico.
Dopo ben 130 anni, l’argomento Prototheca resta ancora un tema molto delicato e la mastite bovina da essa causata serpeggia tra i nostri allevamenti, senza avere ancora un volto ben definito e molto spesso senza che si sappia bene se e come affrontarla.



Scarica l'approfondimento