Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo

 

Biotossine marine nei prodotti ittici. Come valutare i rischi

Importante stabilire la dose acuta di riferimento e i fattori di incertezza.

Autori: Roberto Poletti
Fonte: rivista 'Alimenti&Bevande' n. 10/2012
Data: 19/10/2012


I prodotti della pesca, pur essendo un ottimo alimento ad alto valore biologico, rappresentano, in determinate circostanze, un idoneo substrato per la proliferazione di microrganismi patogeni. Attraverso la catena alimentare, inoltre, possono accumulare e metabolizzare molecole di varia natura, più o meno complesse, conosciute col nome di biotossine marine.
Le conoscenze acquisite in questi ultimi anni inducono a ritenere che la sintesi delle biotossine marine, chimicamente definite, avvenga tramite le microalghe e i batteri.
L'articolo riporta il calcolo dei limiti guida nei prodotti contaminati, con particolare riferimento ai molluschi bivalvi vivi.



Scarica l'approfondimento