Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo
Cerca per Tipologia
Cerca per Azienda

 

Conformità dei materiali ed oggetti destinati al contatto con alimenti: indicazioni per gli operatori del settore Moca

Cosa devono fare gli operatori del settore dei Moca per dimostrare la conformità dei materiali e oggetti a venire a contatto con gli alimenti.

Fonte: rivista 'Alimenti&Bevande' n. 9/2018
Data: 05/12/2018

Azienda: STUDIO ALFA

La riapertura dei termini per la notifica alle autorità sanitarie competenti di produttori, importatori e distributori di materiali e oggetti destinati a contatto con gli alimenti (Moca) ci fornisce l'occasione di ricapitolare quelli che sono i principali adempimenti per le imprese del settore.

Il decreto Milleproroghe, entrato in vigore il 22 settembre scorso, prevede infatti la modifica dell'articolo 6 del decreto legislativo 29/2017, che stabilisce l'obbligo per gli operatori economici dei Moca di comunicare all'autorità sanitaria territorialmente competente gli stabilimenti che eseguono le attività di cui al regolamento (CE) 2023/2006. Tale decreto aggiunge centoventi giorni a decorrere dalla data di entrata in vigore dello stesso per effettuare la comunicazione senza incorrere nelle pesanti sanzioni fissate dal Governo.

Ma cosa devono fare gli operatori del settore dei Moca per dimostrare la conformità dei materiali e oggetti a venire a contatto con gli alimenti?

Proviamo quindi ad identificare i precetti principali ai quali le imprese devono attenersi:

· operare secondo sistemi di assicurazione e controllo della qualità;
· effettuare la valutazione dei pericoli che possono derivare agli alimenti per attivare una corretta prassi igienica aziendale;
· redigere e fornire dichiarazioni di conformità dei Moca;
· predisporre o raccogliere la documentazione di supporto alla dichiarazione di conformità (analisi di conformità dei materiali e dichiarazioni dei fornitori relative a materie prime, semilavorati e prodotti finiti);
· tracciare i prodotti (lungo tutta la filiera).

Studio Alfa S.p.a., società di consulenza e laboratorio di analisi, che dal 1980 offre servizi di alta specializzazione alle aziende su tutto il territorio nazionale, è in grado di fornire supporto e assistenza per:

· la redazione della dichiarazione di conformità dei Moca;
· l'implementazione delle procedure operative finalizzate a garantire gli adempimenti previsti dal regolamento (CE) 2023/2006 sulle buone pratiche di fabbricazione (Gmp);
· l'implementazione di sistemi di gestione volontari (ad esempio, BRC IoP e ISO 22000).

È in grado, inoltre, con la collaborazione di suoi tecnici specializzati, di effettuare verifiche ispettive di terza parte per la qualifica di fornitori di materie prime e di servizio.

La divisione packaging fornisce supporto e assistenza per definire la corretta soluzione analitica finalizzata a dimostrare i requisiti normativi nazionali e comunitari.

Per la sicurezza del prodotto finale, in aggiunta, il Laboratorio di Studio Alfa realizza analisi di migrazione globale e specifica su varie tipologie di materiali (plastica, acciaio, banda stagnata eccetera), analisi di screening, sensoriali e verifiche dei solventi residui.





Studio Alfa: team qualificato e strumentazioni tecnologiche all'avanguardia