Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo
Cerca per Tipologia
Cerca per Azienda

 

Analisi del lattosio in tracce negli alimenti

R-Biopharm ha sviluppato un metodo semplice e preciso per l'estrazione e la determinazione selettiva di lattosio in tracce in diverse matrici alimentari.

Fonte: rivista 'Alimenti&Bevande' n. 9/2018
Data: 05/12/2018

Azienda: R-BIOPHARM ITALIA

L'intolleranza al lattosio è una condizione determinata da un malassorbimento di questo zucchero contenuto nel latte, nei suoi derivati e in molti prodotti industriali nei quali compaiono come ingredienti latte, lattosio, caseina e caseinato. Si manifesta in caso di carenza o deficienza della lattasi, l'enzima in grado di idrolizzare il lattosio in glucosio e galattosio, e può comportare disturbi gastroenterici, come dolori addominali, flatulenze, diarrea, nausea e vomito.

Per tale motivo, la possibilità di dosare la presenza in tracce del lattosio in alimenti naturalmente privi e/o delattosati è, oggi, un'esigenza sempre più sentita dalle aziende del settore alimentare sia perché esiste un limite di legge (un prodotto è dichiarato privo se ha un tenore di lattosio < 0.1%) sia per motivi merceologici (in commercio si trovano prodotti con il claim "lactose free < 0.01%").

R-Biopharm ha sviluppato un metodo semplice e preciso per l'estrazione e la determinazione selettiva di lattosio in tracce in diverse matrici alimentari. Il limite di quantificazione (7mg/l nella soluzione campione che corrisponde allo 0,0035% nel prodotto) è ben al di sotto dello 0.01%, che, attualmente, rappresenta il limite di concentrazione più restrittivo per prodotti lactose-free.

L'elevata specificità del sistema enzimatico alla base del kit consente di dosare il lattosio anche in matrici complesse che, con i metodi di analisi strumentale (HPLC, GC), richiedono fasi laboriose di purificazione del campione, per eliminare interferenze dovute ad altri disaccaridi (maltosio, saccarosio) e/o ai più comuni monosaccaridi (glucosio).
Più nel dettaglio, R-Biopharm ha messo a punto il nuovo kit di preparazione EnzytecTM Glucose Remover, stabilizzato in soluzione e dunque pronto all'uso, per l'analisi di prodotti delattosati (latte e tutti i derivati), particolarmente difficili da testare per la presenza di elevate concentrazioni di zuccheri semplici (glucosio e galattosio) formatisi per l'azione della lattasi utilizzata nel processo produttivo. Il kit consente, in soli 15 minuti, la digestione enzimatica dell'eccesso di glucosio libero presente in questa tipologia di campioni e la successiva analisi del residuo di lattosio con il kit EnzytecTM Liquid Lattosio/D-Glucosio.
L'analisi può essere condotta manualmente con il semplice ausilio di un fotometro e, pertanto, si adatta bene ai tempi e alle dotazioni di un laboratorio di controllo qualità aziendale. Le procedure operative prevedono, infatti, una semplice estrazione del lattosio in acqua (per la quale è sufficiente una piastra magnetica riscaldante) e la successiva analisi al fotometro (per la quale si necessita di pipette, cuvette ed acqua distillata).

Il kit enzimatico contiene tutti i reagenti necessari all'analisi ed anche un test di controllo.

In alternativa, è disponibile l'analizzatore automatico multi-parametrico i-Magic M9, che consente di testare in modo simultaneo più campioni (da 80 a 120 test/ora). Campioni e reagenti sono caricati dall'operatore su appositi carrelli, termostatati a temperatura di refrigerazione, ed il sistema provvede in automatico al loro prelievo e dispensazione, alla diluizione qualora necessaria, nonché al calcolo del dato analitico. Ciò permette di ottenere risultati accurati in tempi brevi, riducendo il carico di lavoro dell'operatore, il volume di reattivi impiegati nei metodi tradizionali e dunque i costi per singola analisi (< 0.35 euro/test per prodotti naturalmente privi di lattosio e < 3 euro/test per prodotti delattosati).
L'analizzatore multi-parametrico i-Magic M9 è la soluzione ideale anche per aziende e laboratori interessati a gestire più tipologie di dosaggio sullo stesso campione: nel settore lattiero-caseario, non solo analisi di lattosio, ma anche di zuccheri semplici quali glucosio/fruttosio (per ottenere informazioni nutrizionali), acidi organici (acido L-lattico e acetico), urea, ammoniaca, colesterolo, nitrati.
Per un laboratorio di servizio, l'analisi di tali parametri può essere estesa a tutto il settore alimenti e bevande (carni e derivati, uova e ovoprodotti, prodotti da forno, succhi e conserve vegetali, pesce e crostacei, vino, birra).
R-Biopharm offre su richiesta consulenza tecnica specifica.



Altri prodotti della stessa azienda:

L'analisi enzimatica nell'industria delle bevande: controlli di routine per la gestione di qualità, igiene e sicurezza
Nuovo sistema fotometrico per l' analisi enzimatica degli alimenti
Nuovi livelli normativi di ocratossina A nelle spezie: un' ampia gamma di test
Un nuovo sistema fotometrico per l' analisi enzimatica degli alimenti
Disponibile il kit per l' analisi combinata delle enterotossine di Staphylococcus aureus
Nuovo test enzimatico rapido per il dosaggio di istamina in pesce e sfarinati di pesce
Colonne di purificazione multi-micotossine
Test rapido per la quantificazione di b-glucani nel malto di orzo e nel mosto
Automazione della analisi enzimatica di alimenti e bevande con i kit R-Biopharm
Kit PCR real time per verificare la presenza di DNA/RNA nei campioni alimentari
Compact Dry: un semplice metodo per la rilevazione di microorganismi negli alimenti
Trilogy®Analytical Laboratory: l'affidabilità comincia da qui
Test immunoenzimatico con metodo di preparazione unico ed universale
La ricerca di Salmonella negli alimenti tramite real-time PCR
Rilevazione rapida degli OGM
Nuovi kits di analisi per la ricerca di patogeni in real-time PCR
Disponibile un nuovo kit ELISA per rilevare Campylobacter
Rilevazione del glutine, riconoscimento per il kit di analisi RIDASCREEN® Gliadin
Rilevazione del glutine, riconoscimento per il kit di analisi RIDASCREEN® Gliadin
Tossinfezioni, individuazione precoce della contaminazione da EHEC