Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo
Cerca per Tipologia
Cerca per Azienda

 

Il Nord America si allinea sui Preventive Controls

Dal 15 gennaio 2019 per esportare in Canada bisognerà rispettare il regolamento attuativo del Safe Food for Canadians Regulations (Sfcr).

Fonte: rivista 'Alimenti&Bevande' n. 9/2018
Data: 05/12/2018
Azienda: ESI - EURO SERVIZI IMPRESA

Il Nord America, mercato di riferimento del nostro export agroalimentare, si rinnova nel campo della sicurezza alimentare. Prima gli Usa nel 2011 hanno aggiornano la propria normativa tramite la pubblicazione del Food Safety Modernization Act (Fsma), poi il Canada nel 2012 ha pubblicato il Safe Food for Canadians Act (Sfca), riallineandosi così al Fsma. Il Canada è il primo importatore diretto per gli Stati Uniti ed è legato a questi tramite un'equivalenza normativa sulla sicurezza alimentare (riconosciuta al momento solo a Nuova Zelanda ed Australia), tramite un accordo di libero scambio diretto e tramite il nuovo Nafta appena ratificato e chiamato Usmca.

Il Canada, seppur caratterizzato da una popolazione di 35 milioni di abitanti, ha sempre rappresentato per il nostro export alimentare un interessante mercato, soprattutto per il settore lattiero-caseario. Dal 15 gennaio 2019 per esportare in questo Paese bisognerà rispettare il regolamento attuativo del Safe Food for Canadians Regulations (Sfcr). Questo regolamento introduce l'obbligo per le aziende estere e domestiche di redigere un Preventive Controls Plan (Pcp), che dovrà essere redatto in lingua francese ed inglese. l'importatore e l'esportatore dovranno registrarsi su apposito portale; l'importatore dovrà effettuare un corso ed ottenere una licenza di importazione. Anche l'importatore sarà soggetto alla redazione del Preventive Controls Plan con un formato leggermente diverso, volto alla valutazione del fornitore estero. Tutto il sistema sarà controllato dalla Canadian Food Inspection Agency (Cfia), che lo ha presentato ufficialmente insieme alla US FDA a Toronto lo scorso 24 e 25 ottobre 2018, all'interno del 9th Food Regulatory and Quality Assurance Conference dove ESI - Euro Servizi Impresa era presente nella persona della d.ssa Noemi Trombetti insieme ad ITA Corporation (dott. Claudio Gallottini).

Quali le novità salienti del Sfcr? A spiegarlo è Gallottini: "Il nuovo assetto normativo canadese condensa le norme sui prodotti di origine animale quali carne, pollo e uova all'interno di una macronormativa unica che comprende anche i prodotti trasformati, vegetali, pesce eccetera, sotto il controllo della sola Cfia. È quindi un grande passo avanti se paragoniamo la situazione, ad esempio, con gli Usa dove Usda e Fda si sovrappongono sugli stessi temi in modo a volte complesso. Viene inoltre inserito l'obbligo di rintracciabilità, viene previsto l'aggiornamento del Front of Package (parte frontale) delle etichette alimentari di prodotti ad alto contenuto in grassi, zucchero e sale e l'indicazione del lotto sui prodotti".
In questo dinamico contesto di cambiamenti ed importanti novità, ESI ha previsto un seminario gratuito dedicato a tutti gli operatori della filiera agroalimentare italiana che vogliono continuare ad esportare con successo in Canada, che si è svolto il 5 dicembre, mentre l'11 gennaio a Milano è previsto il primo workshop su come redigere il Preventive Control Plan.

Per maggiori informazioni sul workshop, visitate il nostro sito www.euroservizimpresa.it, dove troverete anche tanti aggiornamenti sull'export in Usa, sui corsi riservati agli Export Manager, al Labeling, al Sea Food ed alla Food Defence.



Altri prodotti della stessa azienda:

North American Import: come affrontarlo? Ecco la proposta di ESI
Export Usa, ecco come esportare con successo
Il commercio globale ora ├Ę pi├╣ sicuro grazie al network di ITA Group
Al via i primi audit regolatori sul Fsma: italiani in prima linea
Dopo lo shutdown e le ispezioni Fda, ecco come gestire il Fsvp
Export Usa: attivo il Third Party Accreditation
Novità dagli Usa: ecco cosa succede aldilà dell'Atlantico
ESI: consulenza a 360 gradi per esportare negli Usa
Export in Usa: ESI easy route
Export Usa: "La sveglia sta suonando!"
Export Usa: non solo Fsma
Export Usa, un semestre ricco di aggiornamenti per prepararsi al Fsma
Siete pronti a ricevere lÔÇÖaudit Fda Fsma?
Audit Fda Fsma, il supporto di ESI per adeguarsi ai requisiti richiesti
Con ESI esportare in Usa ├Ę Easy!
Export Usa: come testare il proprio adeguamento al Fsma?
Summer Fancy Food Show 2017: novità dagli Usa
Conoscere le basi ├Ę indispensabile per progettare il Food Safety Plan
Esportare negli Stati Uniti nel rispetto delle norme vigenti: il supporto di ESI
Norme Usa, un partner competente per acquisire le dovute conoscenze