Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo
Cerca per Tipologia
Cerca per Azienda

 

 

Esportare negli Stati Uniti nel rispetto delle norme vigenti: il supporto di ESI

ESI ├Ę l'unica societ├á di consulenza qualificata in Europa per offrire alle aziende alimentari percorsi formativi tramite docenti qualificati in Usa per tutti e sette i rules del Fsma, gli Haccp, la normativa Canned e il labeling Usa.

Fonte: rivista 'Alimenti&Bevande' n. 4/2017
Data: 17/05/2017

Azienda: ESI - EURO SERVIZI IMPRESA

Ad un anno e mezzo dalla pubblicazione del primo regolamento attuativo del Food Safety Modernizatin Act (Fsma) continua la nostra missione nel veicolare un corretto messaggio alle nostre aziende alimentari sulla reale esistenza di nuovi obblighi richiesti dal mercato Usa (che per l'Italia vale 30 miliardi di euro all'anno), sostenendole in un complicato momento di transizione normativa nella loro comprensione, forti del supporto e riconoscimento del nostro impegno da parte delle principali istituzioni statunitensi di sicurezza alimentare.
Abbiamo formato oltre 300 Preventive Controls Qualified Individuals (Pcqi) in Italia ed oltre 700 in Usa nonché i primi 10 importatori Fsvp (Foreign Supplier Verification Programs) in Europa. E molto ancora abbiamo fatto organizzando convegni e seminari presso le principali istituzioni pubbliche ed associazioni di categoria.
La nuova sfida, ora, sarà far capire al nostro Made in Italy che la nuova sicurezza alimentare targata Usa non si fonda solo sui "Seven Pillars" attuativi del Fsma, ma che, anzi, questi si integrano alle altre norme di sicurezza alimentare preesistenti (Food Allergen Act, Food Labeling), che li completano. Detto sistema normativo, poi, si ancora in modi diversi, a seconda del comparto alimentare interessato, all'Haccp Regulation (Juice Haccp, Seafood Haccp, Meat and Poultry Haccp). Tale cogenza si applica in egual modo alle aziende interne al mercato USA (Domestic companies) che a quelle esterne interessate ad esportare in Usa (foreign companies).
Un esempio - Prendiamo il caso di un'azienda agricola registrata presso la Food and Drug Administration per l'export in Usa di arance, succo di arance ed arance sciroppate. Per poter esportare, questa azienda dovrà:

· redigere un Juice Haccp ed avvalersi di una persona formata sul suddetto Haccp;
· implementare e rispettare i requisiti normativi sulla frutta fresca secondo il Produce Safety Rule (un altro dei Seven Pillars);
· implementare e rispettare i requisiti della normativa Canned, formando un responsabile interno sulla gestione dei processi termici (corso erogato da una scuola afferente al network Usa Bpcs);
· etichettare i propri prodotti correttamente.

ESI - Euro Servizi Impresa è l'unica società di consulenza qualificata in Europa per offrire alle aziende alimentari percorsi formativi tramite docenti qualificati in Usa per tutti e sette i rules del Fsma, gli Haccp e la normativa Canned (prima scuola ufficiale Bpcs in Italia) e il labeling Usa.
Ad oggi, sono aperte le iscrizioni per il primo corso in Europa sui Preventive Controls for Animal Food, che si terrà dal 6 all'8 giugno a Bologna.
Lo staff di consulenti ed esperti di ESI è a disposizione per fornire informazioni e supporto alle aziende che vogliono esportare in Usa nel rispetto delle normative vigenti.

 



Altri prodotti della stessa azienda:

Con ESI esportare in Usa ├Ę Easy!
Export Usa: come testare il proprio adeguamento al Fsma?
Summer Fancy Food Show 2017: novità dagli Usa
Conoscere le basi ├Ę indispensabile per progettare il Food Safety Plan
Norme Usa, un partner competente per acquisire le dovute conoscenze
Definizione, ruolo e obblighi di chi importa: le nuove regole
Export Usa: non solo Pcqi, ma molto di pi├╣
Export: un 2017 ricco di novita'
Export Usa: scattate il 1┬░ ottobre le nuove sanzioni Fda
Export Usa: la ricetta per allinearsi al Fsma
Export Usa: allarme corsi per PCQI
Preventive Controls: allinearsi per esportare in Usa
Esportare prodotti in scatola in Usa? Vincere barriere e requisiti, con ESI, oggi e' possibile
Nuove regole per l' esportazione in Usa: pubblicate le 'Final Rules'