Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo
Cerca per Tipologia
Cerca per Azienda

 

Esportare prodotti in scatola in Usa? Vincere barriere e requisiti, con ESI, oggi e' possibile

Prima ed unica scuola Bpcs in Italia e' ESI. In calendario, dal 13 al 15 giugno, il primo corso per il Preventive Controls Qualified Individual a Roma.

Fonte: rivista "Alimenti&Bevande" n. 4/2016
Data: 26/04/2016

Azienda: ESI - EURO SERVIZI IMPRESA

Per esportare negli Stati Uniti, da settembre 2016 bisognerà rispettare le “Final Rules” (leggi definitive) previsti dalla nuova legislazione statunitense sulla sicurezza alimentare, il “Food Safety Modernization Act” (Fsma).
ESI è la prima azienda in Italia in grado di qualificare il Preventive Controls Qualified Individual aziendale (Pcqi).
La Food and Drugs Administration (Fda), per la commercializzazione dei prodotti in scatola, richiede ulteriori requisiti.

Le norme da rispettare

Tutti gli alimenti in scatola (canned foods) trattati termicamente, a bassa acidità od acidificati e chiusi ermeticamente (Low Acid and Acidified Canned Food, Lacf), devono rispettare la normativa statunitense che fa riferimento al Code of Federal Regulations (Cfr), titolo 21, parti 108, 113 e 114, riguardante le procedure autorizzative e di registrazione degli stabilimenti produttivi, le definizioni di Lacf ed i relativi requisiti di produzione.
Gli alimenti in scatola a base di carne e pollo sono inoltre normati dal titolo 9 del Cfr, parti 318.300 e 381.300.

Definizioni

Viene considerato acido un alimento che naturalmente ha un pH pari od inferiore a 4,6.
Un prodotto alimentare Lacf è invece un qualsiasi alimento (diverso dalle bevande alcoliche), con un pH superiore a 4,6 ed un’attività dell’acqua (water activity, aw) superiore a 0,85 (esclusi i pomodori e derivati del pomodoro, che hanno un pH inferiore a 4,7), che viene sottoposto ad un trattamento termico prima di essere confezionato con chiusura ermetica.
Un alimento acidificato (Af) è, infine, un alimento a bassa acidità in cui l’acido o l’acidificante viene ad esso aggiunto raggiungendo un pH finale pari od inferiore a 4,6 ed un’attività dell’acqua superiore a 0,85. Rientrano in questa categoria, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i seguenti prodotti: fagioli, cetrioli, cavoli, carciofi, cavolfiori, budini, peperoni, frutti tropicali e pesce (tonno e crostacei), uova sgusciate e prodotti da forno, singolarmente od in qualsiasi combinazione, che potrebbero anche essere chiamati sottaceti o prodotti in salamoia.

La formazione degli operatori

Tutte le figure coinvolte nella commercializzazione di questi prodotti, definite “Commercial Processors” (Cp), compresi i produttori di pet foods, devono rispettare la su esposta normativa. Tale normativa dovrà sempre essere integrata da quanto previsto dal titolo 21 del Cfr, parte 507, ossia dai Preventive Controls for Human Food. Ciascun Cp dovrà individuare all’interno della propria azienda una risorsa formata secondo programmi riconosciuti dalla Fda: per gli alimenti in scatola esiste la rete internazionale delle Better Process Control Schools (Bpcs).
Prima ed unica scuola Bpcs in Italia è ESI. In calendario, dal 13 al 15 giugno, il primo corso per il Preventive Controls Qualified Individual a Roma.
In programmazione il corso Bbcs.
Per informazioni: info@euroservizimpresa.it.



Altri prodotti della stessa azienda:

Il Nord America si allinea sui Preventive Controls
Export Usa: attivo il Third Party Accreditation
Novità dagli Usa: ecco cosa succede aldilà dell'Atlantico
ESI: consulenza a 360 gradi per esportare negli Usa
Export in Usa: ESI easy route
Export Usa: "La sveglia sta suonando!"
Export Usa: non solo Fsma
Export Usa, un semestre ricco di aggiornamenti per prepararsi al Fsma
Siete pronti a ricevere lÔÇÖaudit Fda Fsma?
Audit Fda Fsma, il supporto di ESI per adeguarsi ai requisiti richiesti
Con ESI esportare in Usa ├Ę Easy!
Export Usa: come testare il proprio adeguamento al Fsma?
Summer Fancy Food Show 2017: novità dagli Usa
Conoscere le basi ├Ę indispensabile per progettare il Food Safety Plan
Esportare negli Stati Uniti nel rispetto delle norme vigenti: il supporto di ESI
Norme Usa, un partner competente per acquisire le dovute conoscenze
Definizione, ruolo e obblighi di chi importa: le nuove regole
Export Usa: non solo Pcqi, ma molto di pi├╣
Export: un 2017 ricco di novita'
Export Usa: scattate il 1┬░ ottobre le nuove sanzioni Fda