Cerca nella sezione
Cerca per Nome
Cerca per Azienda

 

 

Webb James, un nuovo traguardo sulla via delle spezie sicure

Con le certificazioni BRC e IFS rilasciate da DNV, l’azienda di Livorno offre all’industria alimentare una garanzia in più sulla sicurezza dei propri prodotti

Azienda: DET NORSKE VERITAS

Sviluppati dalla Grande distribuzione organizzata (Gdo) europea, gli standard BRC e IFS si sono imposti a livello internazionale come strumenti efficaci per selezionare i fornitori all’interno della filiera agroalimentare secondo i requisiti di qualità, rispetto della sicurezza e delle norme che regolano il settore.


Obiettivo sicurezza

Forte di un know-how sviluppato in più di due secoli di storia, Webb James è stato il primo operatore del settore a porsi l’obiettivo della sicurezza spostando l’attività di monitoraggio, studio e innovazione direttamente nei paesi di produzione. Oggi, tutti i prodotti sono costantemente controllati in ogni fase del loro percorso di vita: dalla coltivazione al raccolto, dalla spedizione allo sdoganamento, dall’analisi alla lavorazione, dalla sanificazione allo stoccaggio, fino alla completa tracciabilità.
Lo stabilimento di Livorno, recentemente ristrutturato, dispone delle tecnologie più avanzate per le attività di setacciatura, metal detecting, pulitura, calibrazione, taglio, macinazione criogenica e miscelazione. Ed è pienamente conforme alle caratteristiche di igiene richieste dalle normative come, ad esempio, assenza totale di vetro, angoli arrotondati, pavimenti sigillati e lavabili ecc.
Il conseguimento delle certificazioni BRC e IFS conferma, in modo imparziale, l’impegno di Webb James sul fronte della sicurezza e sottolinea i risultati raggiunti nella prevenzione e gestione dei rischi.
Grazie alle verifiche di un organismo indipendente e autorevole come DNV, la certificazione rafforza la credibilità e l’affidabilità dell’azienda nei confronti di tutti i suoi interlocutori, offrendo al mercato un’ulteriore garanzia sull’efficacia delle misure adottate per migliorare le condizioni di sicurezza lungo tutta la filiera produttiva.


I vantaggi delle certificazioni

“Le certificazioni rappresentano un elemento determinante per il successo della nostra strategia, che si può sintetizzare nell’obiettivo di ‘vendere sicurezza’. Siamo convinti del loro valore come strumenti per migliorare l’organizzazione interna e il modo di lavorare attraverso la standardizzazione dei processi e l’analisi di tutti gli aspetti rilevanti, oltre che per differenziare la posizione dell’azienda sul mercato”, ha dichiarato Stefano Trumpy, amministratore di Webb James. “In particolare, il percorso di certificazione secondo gli standard BRC e IFS ha reso ancora più efficace il nostro approccio alla gestione della sicurezza e si è rivelato molto utile soprattutto per le procedure previste per l’analisi e la valutazione dei rischi e per la registrazione delle operazioni in produzione”. “Le certificazioni BRC ed IFS – conferma Franca Ballaben, food market developer di DNV Firenze – sono il risultato del continuo e costante impegno dell’azienda, titolari e collaboratori tutti, verso l’innovazione tecnologica in conformità agli standard di sicurezza della moderna industria alimentare. Tale approccio, perseguito già da molti anni, con la certificazione Iso 9001:2000 prima e di Food Safety poi, annovera Webb James fra le poche realtà del settore che hanno ottenuto certificazioni che tutelano clienti e consumatori in merito ai requisiti di legalità, sicurezza e salubrità richiesti dagli standard”.

Altre case history della stessa azienda:
Sicurezza certificata per la gelateria Linea Gel Italiana
Alla Cantina Terre del Barolo sta a cuore la sicurezza alimentare
Azienda Carraro: radicchio di Chioggia con garanzia di sicurezza e qualità
SAF F.lli Bianco, packaging alimentare con garanzia di sicurezza