Cerca nella sezione
Cerca per Nome
Cerca per Azienda

 

 

Più qualità e sicurezza con la certificazione ISO 9001

Per ottenere lo standard, il Panificio Gastreghini si è avvalso della competenza di CMi Italy

Azienda: CMI ITALY

L’imprenditorialità del Gruppo e l’orientamento da esso manifestato verso il mercato e le sue dinamiche evolutive si coniugano, in Gastreghini, con un metodico ed attento approccio alla qualità dei prodotti e dei sistemi produttivi, approccio mantenuto nel tempo e concretizzatosi nel conseguimento della certificazione in accordo allo schema ISO 9001.
“L’ottenimento della certificazione è stato il traguardo di un lungo processo - spiega Gianfranca Schiavoni, responsabile Qualità del Gruppo - in quanto l’adozione del Sistema Qualità è stata per noi un nuovo “modus operandi”, l’acquisizione di una mentalità nel “fare azienda” reale ed effettiva, che ha fatto sì che ogni processo, ogni controllo, ogni modifica apportata dall’impostazione del Sistema Qualità siano stati recepiti e metabolizzati in modo collettivo. L’introduzione del Sistema Qualità ha imposto una sorta di riorganizzazione aziendale ed introdotto una modalità differente di affrontare ogni singolo processo costituente l’intero sistema produttivo”.
“L’impostazione all’organizzazione sistemica è nata con l’- HACCP e successivamente ha subito un iter evolutivo; nel momento in cui l’azienda ha iniziato a realizzare prodotti a marchio del cliente, è stata avvertita in modo più marcato l’esigenza di reimpostare la gestione del sistema azienda, fino a giungere alla realizzazione concreta di un Sistema di Gestione per la Qualità (SGQ)”.
La certificazione ha apportato benefici, in quanto la formalizzazione di alcuni ambiti, come la progettazione e lo sviluppo o la stesura di un piano degli obiettivi, ha portato l’azienda a riflettere in maniera più sistematica, a lavorare ponendosi dei traguardi misurabili con scadenze definite. La gestione dei processi risulta inoltre più trasparente. Si aggiunga il fatto che era stata avvertita in modo forte la necessità di costruire e certificare un sistema qualità efficace e solido, in grado di esistere oltre le persone, fruibile a tutti e tale per cui tutti siano in grado di interagire con il sistema azienda stesso. “Si può quindi parlare - rimarca Schiavoni - di una certificazione di sistema di gestione per la qualità che supera la dimensione formale e si sostanzia in una attestazione di fatto, avente riflessi anche sui prodotti. Nonostante si tratti di una certificazione di sistema, infatti, la solidità e l’efficacia del sistema certificato hanno una inequivocabile ricaduta sulle produzioni realizzate dall’azienda”.
Il superamento, conseguito nel 2009, dell’audit che sanciva il passaggio alla nuova versione della norma (ISO 9001:2008) ha visto la conferma della solidità del sistema qualità aziendale, e ha ribadito l’orientamento al miglioramento.

La competenza di CMi Italy

Nel processo di attestazione della conformità, l’azienda si avvale da lungo tempo della competenza di CMi Italy, sede italiana dell’ente di certificazione internazionale NSF-CMi. “Tra i criteri di valutazione e scelta dell’ente di certificazione rientrano la nota esperienza di CMi Italy nel comparto agroalimentare, la professionalità, la profonda conoscenza del settore - afferma la responsabile Qualità - alle quali si aggiungono la competenza, le conoscenze specifiche e la preparazione degli ispettori manifestate in sede di verifica”.
In riferimento al valore attribuito dai clienti alla certificazione ISO 9001, Schiavoni specifica che, nonostante il quadro attuale veda la grande distribuzione riconoscere maggiore valore aggiunto alle certificazioni nate per le aziende che realizzano prodotti a marchio del distributore (IFS, BRC), la buona impostazione del SGQ ha assecondato ed agevolato l’innesto ed il recepimento dei requisiti legislativi e delle specifiche di settore.
Nel caso dell’azienda, la struttura del sistema ha permesso di superare le più articolate check list dei clienti maggiormente esigenti, confermando il fatto che il sistema di gestione certificato rappresenta un elemento premiante.
“L’interlocuzione con la grande distribuzione - aggiunge Schiavoni - è notevolmente agevolata dalla presenza di un SGQ che risulta efficace soprattutto in fase di gestione delle criticità, nella gestione della formazione, per le verifiche continue del sistema, e che organizza l’intera operatività aziendale. Per questi aspetti e per la collaborazione con la gdo, la certificazione ISO 9001 costituisce per la nostra azienda la “conditio sine qua non”.
“Volendo quindi giungere a definire il senso della certificazione del sistema di gestione per la qualità - conclude Schiavoni - si può dire che essa stimoli la riflessione e contribuisca a sviluppare un sistema di gestione più maturo, più responsabile, più trasparente. Guardando al futuro, ritengo che la certificazione costituisca parte fondamentale del lavoro dell’azienda e parte del prodotto stesso, in quanto il prodotto perde valore se si prescinde dall’esistenza di un efficace Sistema di Gestione per la Qualità”.

Altre case history della stessa azienda: