Cerca nella sezione
Cerca per Nome
Cerca per Azienda

 

 

Tecnologia innovativa per un packaging di successo

Con Sealed Air, il Gruppo Elivia realizza una linea di packaging interamente automatica

Azienda: SEALED AIR CRYOVAC

La soluzione integrata introdotta per rispondere all’iniziativa di automazione di Elivia va al di là del semplice abbinamento di equipment e materiali.
Oltre a fornire una linea di packaging interamente automatica BLR1, una macchina per sottovuoto VSA a tre camere e un sistema di smistamento end-of-line dei sacchi Cryovac® OSB 3050 e OSB 95TBG, Sealed Air ha fornito un solido knowhow in termini di implementazione, lavorazione e assistenza tecnica.
Un apposito team Sealed Air, di cui facevano parte esperti dell’equipment, delle applicazioni e dell’integrazione dei sistemi, ha gestito dall’inizio alla fine l’ambizioso progetto. Il risultato è stato la perfetta introduzione di una linea con un output di 30 sacchi al minuto, il doppio della capacità massima di una linea manuale.

Un nuovo modo di pensare

Per Elivia l’introduzione della linea automatica si inserisce in un grande progetto di modernizzazione degli impianti e in una ben precisa strategia di differenziazione dei prodotti.
Secondo il presidente della società, Philippe Martineau, l’obiettivo è fare di Elivia “un punto di riferimento dal punto di vista della sicurezza e della qualità nutritiva delle carni”. Sul fronte di Elivia la realizzazione del progetto implicava un approccio interamente nuovo tanto da parte del management che degli operatori.
Il passaggio da una linea manuale ad una interamente automatica doveva essere capito e pienamente accettato da un numero relativamente elevato di dipendenti.
Per ottenere questo risultato, il team Sealed Air ha garantito un regolare flusso di informazioni con il management ed elaborato un esauriente programma di training per gli operatori che si poneva un duplice obiettivo:

– Fornire le conoscenze tecniche necessarie a lavorare con il nuovo sistema.
– Favorire un approccio positivo nei confronti delle novità tecnologiche.

È indicativo, a questo proposito, il fatto che Elivia abbia attribuito a Sealed Air una responsabilità a lungo termine piuttosto che considerarla come un semplice fornitore.

Numerosi vantaggi

L’introduzione della nuova linea ha portato numerosi vantaggi tanto a Elivia che ai suoi clienti.
Per i dipendenti della società, il risultato più interessante è una maggiore motivazione, soprattutto dal punto di vista dei controlli di produzione, e una notevole riduzione della cosiddetta sindrome da sovraccarico lavorativo (RSI, Repetitive Strain Injury), un disturbo molto diffuso nei paesi industrializzati.
Dal punto di vista operativo, l’introduzione della nuova linea ha migliorato le condizioni di igiene (meno fasi di movimentazione manuale da parte degli operatori), aumentato la produttività dell’impianto e diminuito le soste tecniche.
“Come tutti i generi alimentari, le carni di manzo devono essere toccate meno possibile e manipolate con la massima cura”, commenta Arnauld Grosset, general manager dell’impianto Elivia di Lion d’Angers.
“La riduzione del 20% degli scarti (tutte le carni sono sottoposte a rigorosi controlli di qualità) illustra chiaramente i progressi con cui ci stiamo avvicinando al nostro obiettivo finale: diventare il numero uno per quanto riguarda la sicurezza dei cibi”, conclude Grosset.
I clienti apprezzano i vantaggi dei prodotti Elivia, che presentano un minimo di essudato e sono confezionati in sacchi della giusta dimensione grazie alla selezione automatica. In occasione di visite organizzate presso l’impianto di Lion d’Angers, gli acquirenti delle carni si sono espressi in termini lusinghieri per quanto riguarda l’elevato livello tecnologico del nuovo sistema.
È attualmente in corso un secondo progetto di automazione, anch’esso affidato a Sealed Air.



Altre case history della stessa azienda:
Confezioni igieniche e resistenti al servizio dei grandi clienti internazionali
Qualità e conservabilità sono garantite con le tecnologie sottovuoto
Da Óvártej il packaging è più flessibile
Più successo per Ifantis con il sottovuoto