Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo

 

Corte dei Conti UE: il sistema di controllo per i prodotti bio è migliorato, ma si può fare di più

Fonte: Corte dei Conti europea
Data: 19/03/2019


Stando ad una nuova relazione della Corte dei Conti europea, negli ultimi anni il sistema di controllo per i prodotti biologici vigente nell'UE è migliorato, ma rimangono da affrontare alcune sfide. La Corte ritiene che siano necessari ulteriori interventi per ovviare alle debolezze riscontrate negli Stati membri, nonché riguardo alla vigilanza sulle importazioni e alla tracciabilità dei prodotti.

Le debolezze cui si fa riferimento riguardano la mancata armonizzazione a livello dell'UE del ricorso a provvedimenti per far applicare la normativa a fronte delle inosservanze constatate e la lentezza con cui talvolta gli organismi di controllo degli Stati membri hanno segnalato le inosservanze.

"I prezzi pagati dai consumatori per i prodotti recanti il marco biologico dell'UE - aggiunge la Corte in un comunicato - superano talvolta, in misura considerevole, quelli dei prodotti convenzionali. Non vi sono, inoltre, test scientifici che consentano di stabilire se un prodotto sia biologico: un rigoroso sistema di controllo che copra l'intera filiera agroalimentare, dai produttori ai trasformatori, agli importatori e ai distributori, è quindi indispensabile per fornire ai consumatori la certezza che i prodotti biologici da essi acquistati siano effettivamente tali".

"La Commissione europea - ha affermato il membro della Corte dei Conti europea responsabile della relazione, Nikolaos Milionis - dovrebbe adoperarsi, assieme agli Stati membri, per porre rimedio alle debolezze rilevate e rendere il sistema di controllo il più efficace possibile. Tale condizione è fondamentale per preservare la fiducia del consumatore nel marchio biologico dell'UE".