Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo

 

 

Sprechi alimentari, domani riunione della piattaforma UE

Fonte: Commissione europea
Data: 06/11/2017


Domani i membri della piattaforma dell'Unione europea sulle Perdite e gli Sprechi alimentari si riuniranno nuovamente per fare il punto sui progressi compiuti nell'attuazione del Piano d'azione per l'Economia circolare e per discutere di azioni future per rafforzare ulteriormente la lotta agli sprechi alimentari sul campo, dal produttore al consumatore.
"L'idea di creare una piattaforma specifica - ha detto, in vista dell'incontro, il commissario europeo per Salute e la Sicurezza alimentare, Vytenis Andriukaitis - sta dando i suoi frutti. A meno di un anno dalla sua istituzione, la piattaforma è pienamente operativa e produce risultati concreti. Grazie alla collaborazione tra i suoi membri, sono stati adottati orientamenti dell'Unione europea che faciliteranno la donazione di alimenti perfettamente commestibili e che altrimenti sarebbero andati sprecati. Altri risultati della piattaforma sono i progressi compiuti nel dibattito sulla quantificazione degli sprechi alimentari e l'introduzione di nuovi strumenti digitali per agevolare lo scambio di informazioni e migliori pratiche. Non dobbiamo però abbassare la guardia nella lotta agli sprechi ed è per questo motivo che continuerò a incoraggiare i membri della piattaforma a compiere gli sforzi necessari per completare la nostra prossima missione: orientamenti sull'uso degli ex prodotti alimentari e iniziative per migliorare la comprensione dell'indicazione della data di consumo".
La piattaforma dell'Unione europea sulle Perdite e gli Sprechi alimentari mira ad offrire sostegno agli Stati membri affinché adottino misure efficaci per prevenire gli sprechi alimentari, riunendo gli interessi sia pubblici che privati per favorire la cooperazione tra tutti i soggetti chiave della catena alimentare e accelerare i progressi dell'Unione europea verso l'obiettivo mondiale di sviluppo sostenibile di dimezzare gli sprechi alimentari entro il 2030. L'incontro sarà trasmesso in streaming qui.