Cerca nella sezione
Cerca nel Titolo

 

 

Cattivo stato di conservazione. Una formula abusata

Il rischio è che diventi un passe-partout per criminalizzare l’Osa.

Autori: Carlo e Corinna Correra
Fonte: rivista 'Alimenti&Bevande' n. 5/2017
Data: 15/06/2017


Secondo la Cassazione, il “cattivo stato di conservazione” va inteso come “cattive modalità di conservazione”. Ma sulla sua equiparazione alla “non rintracciabilità” di una materia prima alimentare le perplessità sono notevoli.



Scarica l'approfondimento